La Cooperativa

La Società Cooperativa Sociale “Le Favole", nata nell’estate 2005, ha iniziato la gestione dei servizi di "educatrice domiciliare" avvalendosi delle esperienze nel settore della Dott.ssa Geraci Elvira,  legale rappresentante della suddetta società ad oggi composta da 11 socie tutte dipendenti ed in possesso di titoli nell'ambito socio-educativo e da 5 educatrici dipendenti a tempo indeterminato. 

Ad oggi la Cooperativa gestisce 6 "educatrici domiciliari" e 2 nidi per i Comuni di: Imola, Castel Bolognese e Castel San Pietro Terme.

Lo scopo della Cooperativa è quello di perseguire l’interesse della comunità alla promozione umana ed all’integrazione sociale dei cittadini attraverso azioni volte al raggiungimento di obiettivi educativi, formativi e di integrazione sociale, azioni quindi direttamente o indirettamente volte al miglioramento delle condizioni di vita degli individui.

Pur individuando come potenziali destinatari individui di ogni età, la Cooperativa intende privilegiare particolarmente la fascia infantile e quella adolescenziale.

L’organico della Cooperativa comprende operatori ed operatrici che vantano una pluriennale esperienza nel campo dei servizi educativi e dell’animazione, la loro formazione culturale e professionale rende possibile l’elaborazione di progetti teorico-metodologico-pratici per far fronte alle problematiche inerenti le fasce infantili e adolescenziali; gli interventi, inoltre, sono elaborati tenendo conto tanto delle variabili educativo-psicologiche quanto di quelle di natura sociologica.

Dunque, attraverso l’utilizzo integrato di queste competenze, si è reso possibile progettare e realizzare interventi educativi che, partendo dal tessuto sociale entro cui gli utenti sono inseriti, possono essere, poi, centrati sulle esigenze individuali delle varie singolarità . Pertanto denominatore comune di tutti gli interventi è quello di essere connotati da un’ottica educativa attenta a personalizzare il più possibile le azioni intraprese, costruendo percorsi ed opportunità che prevedano la valorizzazione delle risorse dei soggetti .

In questo modo la Cooperativa intende non solo agire sul piano del mero intrattenimento, ma vuole altresì impegnarsi sul duplice fronte del recupero e della prevenzione rispetto all’insorgere di forme di disagio giovanile.